11 maggio 330: la fondazione di Costantinopoli. La Seconda Roma

L’11 maggio del 330 d.C. si tenne l’atto ufficiale di fondazione di Costantinopoli, la città scelta dall’imperatore Costantino per divenire la Nova Roma, la seconda capitale dell’impero. Costantinopoli nasceva sulle ceneri dell’antica Bisanzio, la città greca che si trovava in un punto strategico del Ponto. La città era stata devastata ai tempi dell’imperatore Gallieno e Costantino volle riportarla a nuova vita, cambiandole nome e ampliandola: la superficie passò da 200 a 700 ettari, vi fu la costruzione di nuove mura, di un nuovo porto e di un nuovo centro cittadino, degno di una capitale.

Secondo la leggenda in occasione della cerimonia ufficiale fu lo stesso imperatore a tracciare, come voleva la tradizione pagana, il solco delle mura con la sua lancia. Diede inoltre alla città un secondo nome, un nome sacro: Flora, lo stesso di Roma.

Al centro del foro della nuova città fu trasportato inoltre il Palladio, la statua protettrice dell’Urbe che, secondo la tradizione, era stata portata da Troia a Roma da Enea.

 

 

______________________________________________________________

(Fonte immagine di sfondo: Romano Impero)

conoscerelastoria.it

Redazione di Conoscerelastoria.it

Articolo Precedente

L’Aviazione dell’Esercito celebra oggi il 70° della sua costituzione

Articolo successivo

Accadde oggi. 1974: si tiene in Italia il referendum sul divorzio