4 agosto 1957: l’ultima vittoria in Formula 1 per Juan Manuel Fangio

Il 4 agosto del 1957, sul terribile e lunghissimo circuito del Nurbrugring, si disputa il Gran Premio di Germania di Formula 1, sesta gara, su otto, del campionato mondiale. La gara sarà ricordata per essere stata l’ultima vittoria in carriera del pilota argentino Juan Manuel Fangio, su Maserati, che quel giorno conquisterà, in anticipo, anche il suo quinto e ultimo titolo mondiale.

Eppure le cose non erano cominciate benissimo per l’asso del volante sudamericano, che a causa di un pit stop sbagliato si era trovato ben 48 secondi dietro al leader, l’inglese Mike Hawtorn. Ma, in soli dieci giri, il divario fu recuperato da Fangio a suon di record della pista (sette abbattuti consecutivamente). Superato Hawtorn, Fangio si avviò alla vittoria.

Disse, dopo la gara: “Non ho mai corso così velocemente in tutta la mia vita e penso che non sarò mai più in grado di farlo“. L’anno seguente, dopo aver disputato pochissime gare e dopo aver subito un rapimento dimostrativo da parte dei barbudos cubani di Fidel Castro, si ritirò dalle corse, ormai riconosciuto come una leggenda vivente dell’automobilismo.

conoscerelastoria.it

Redazione di Conoscerelastoria.it

Articolo Precedente

Utilitarismo politico. Ecco perché l’Italia decorò Tito

Articolo successivo

Quando l’imperatore Costantino introdusse la domenica di riposo