7 maggio 1824: eseguita per la prima volta la Nona sinfonia di Beethoven

È il 7 maggio del 1824 quando, per la prima volta, viene eseguita per la prima volta la Sinfonia numero nove, meglio nota come Nona sinfonia, l’ultima di Ludwig Van Beethoven. L’esecuzione avviene al Theater am Kärntnertor di Vienna, con il contralto Caroline Unger e il tenore Anton Haizinger.

Beethoven, in realtà, avrebbe preferito veder esordire la Nona a Berlino. Egli, infatti, contestava all’ambiente viennese l’egemonia dei compositori italiani. Tuttavia furono i suoi finanziatori a spingere per Vienna ed egli dovette alla fine accettare. Durante lo spettacolo lo stesso compositore salì sul palco: ormai sordo, era la prima volta in 12 anni che accadeva.

A dirigere fu infatti chiamato il maestro di cappella del teatro, Michael Umlauf, che divise il palco con Beethoven. Umlauf istruì i musicisti di ignorare le indicazioni del maestro, poiché, due anni prima, aveva assistito alla sua direzione delle prove generali del Fidelio, che si erano risolte in un completo disastro.

Secondo alcuni racconti, Caroline Unger si sarebbe avvicinata nel finale a Beethoven per farlo voltare verso il pubblico, affinchè potesse ricevere gli applausi. Per cinque volte gli spettatori lo acclamarono con una standing ovation.

conoscerelastoria.it

Redazione di Conoscerelastoria.it

Articolo Precedente

Cammini: itinerari storici e pellegrinaggi

Articolo successivo

Un mito da sfatare: i Vichinghi non erano zozzoni