1. Home
  2. Author Blogs

Autore: Marco Petrelli

Marco Petrelli

Marco Petrelli

Nato a Terni, una laurea in Storia e Società (curriculum Storia e Politica internazionale) conseguita all'Università di Roma Tre e una in Storia all'Università di Firenze, è giornalista freelance orientato su temi di esteri, difesa e storia. Reporter embedded segue le attività dei militari italiani in Patria e nelle aree di crisi. Collabora con riviste di settore (BBC History, Aerojournal, Rivista Italiana Difesa, EastWest, Affari Internazionali) e con quotidiani (IlGiornale.it, LiberoQuotidiano.it). È autore di due titoli sull'Aeronautica Nazionale Repubblicana e di un libro (in arrivo) dedicato alla Seconda Guerra Mondiale nei Balcani.

Età contemporanea
USS Balao: il sommergibile che si tinse di rosa per raccontare la guerra

USS Balao: il sommergibile che si tinse di rosa per raccontare la guerra

Il nome “Balao” deriva da quello di un pesce che, nei dialetti costieri italiani, prende il nome di “aguglia”, per via della bocca che si protrae in avanti, sottilissima, come una guglia gotica. E, in…

Età moderna
Uccidere il “mostro”: la spietata caccia agli squali nel Golfo del Quarnaro

Uccidere il “mostro”: la spietata caccia agli squali nel Golfo del Quarnaro

La ricompensa è alta: 500 fiorini per “cagnizzi” sopra i quattro metri, dai 100 ai 20 fiorini per animali di taglia inferiore pescati nel Golfo del Quarnaro, allora sotto il controllo della corona asburgica.  Siamo…

Età contemporanea
Agosto ’45: la bomba atomica, l’USS Indianapolis e quel marinaio italo-giapponese

Agosto ’45: la bomba atomica, l’USS Indianapolis e quel marinaio italo-giapponese

Nagasaki, 9 agosto 1945. La seconda atomica, Fat Man, detona sui cieli del porto giapponese. Gli ordigni provocano, fra il 6 e il 9 agosto, circa 250 mila morti senza contare feriti gravi, molti dei…

Età contemporanea
Utilitarismo politico. Ecco perché l’Italia decorò Tito

Utilitarismo politico. Ecco perché l’Italia decorò Tito

Da qualche tempo ormai la liceità del conferimento dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone della Repubblica Italiana al maresciallo Josip Broz, meglio noto come Tito (ottobre 1969) è argomento di dibattito…

Età contemporanea
Marco Di Sarra: un incursore del Col Moschin nel Ruanda del ’94

Marco Di Sarra: un incursore del Col Moschin nel Ruanda del ’94

Attraversando Rocca San Zenone gli occhi non possono non cadere sulle strutture difensive, ancora perfettamente conservate, che svettano sopra la piccola frazione alle porte di Terni, così come difficile è notare Chiesa arci-presbiteriale di San…

Età contemporanea
Giulio Valli: il marinaio di Narni che fondò l’Accademia Aeronautica

Giulio Valli: il marinaio di Narni che fondò l’Accademia Aeronautica

Per i contemporanei associare la parola “marinaio” a Narni può far sorridere perché l’ameno borgo umbro alle porte di Terni dista oltre 100 chilometri dalla costa più vicina. Eppure quell’angolo di Umbria verde al blu…

Età contemporanea
Jean Bastien-Thiry, l’uomo che voleva uccidere De Gaulle

Jean Bastien-Thiry, l’uomo che voleva uccidere De Gaulle

Pietra miliare della narrativa di spionaggio della Guerra Fredda, titolo pubblicato in oltre 40 milioni di copie in tutto il mondo, Il giorno dello sciacallo di Frederich Forsyth si apre con una condanna a morte,…

Età contemporanea
MedEvac: breve storia dell’evacuazione medica in guerra dal Vietnam all’AVES

MedEvac: breve storia dell’evacuazione medica in guerra dal Vietnam all’AVES

In principio fu l’Indocina. Anzi, secondo alcune fonti la Guerra franco-prussiana durante la quale si sarebbe assistito ad una evacuazione con palloni aerostatici, ma il vero battesimo del fuoco per l’evacuazione di feriti via aerea…

Età contemporanea
Ispirata alla Resistenza e fondata da partigiani: Gladio vittima della storia

Ispirata alla Resistenza e fondata da partigiani: Gladio vittima della storia

Office Strategic Service, Special Operations Executive e Resistenza: queste le esperienze ispiratrici di Gladio, network militare e spionistico che per quasi mezzo secolo si è addestrato nell’ombra, in attesa di una invasione nemica da oriente…

Età contemporanea
Checkpoint Pasta: quel giorno di luglio, fuoco e sangue a Mogadiscio

Checkpoint Pasta: quel giorno di luglio, fuoco e sangue a Mogadiscio

Alcuni nomi ai più diranno forse poco, ai più vecchi evocheranno ricordi offuscati da anni di dimenticanze (più o meno colpevoli) di istituzioni e media: generale Aidid, Mogadiscio, Pastificio, Folgore, 2 luglio…Il generale Aidid è…