Castel Tasso: maestoso e solenne

Castel Tasso sorge, maestoso e solenne, a sud-ovest di Vipiteno e, risalendo al XII secolo, è tra i più antichi castelli dell’Alto Adige. Incorniciato, a sud, da un muro di cinta e, a nord, da un articolato sistema difensivo, al suo interno si possono ammirare una decina di stanze rimaste ferme nel tempo, abbellite da tanti e raffinati mobili e oggetti del passato.

Da non perdere l’enorme cucina del XIII secolo, la stube tipicamente tirolese, l’antica torre d’abitazione e la cosiddetta “Sala verde”, con stupende pitture ornamentali. Nei pressi del castello, ma non aperta al pubblico, si trova la cappella di San Zeno: qui sono state riportate alla luce otto bare baiuvare in legno, risalenti al IV-VIII secolo d.C. Due sono esposte nel castello, sei nel Museo Archeologico dell’Alto Adige di Bolzano.

Redazione Conoscere La Storia

Redazione Conoscere La Storia

Conoscere La Storia vuole raccontare la storia agli appassionati, anche ai meno esperti, con semplicità, chiarezza e immediatezza.

Articolo Precedente

Capo Giuseppe: l’ultimo eroe dei Nasi Forati

Articolo successivo

Il primo pilota nero? Era italiano e fu per due volte generale