Castel Tures: la leggenda del fantasma di Margarethe

Sopra Campo Tures s’innalza l’imponente e suggestiva struttura di Castel Tures (o Castel Taufers). Il maniero, secondo la leggenda, ospiterebbe anche un fantasma. Costruito intorno al XII-XIII secolo, esso apparteneva ai potenti signori di Tures, ma, estintasi la stirpe, l’edificio cadde presto in rovina. Ristrutturato nel XX secolo da Ludwig Lobmeyr e, in seguito, anche dall’abate benedettino Hieronymus Gassner, è tornato a splendere e ad ergersi possente su un paesaggio incantevole.

Il castello deve il suo fascino a una fine commistione di differenti stili architettonici, come romanico e gotico. Gli ambienti più interessanti sono il Mastio, la Cappella, con i bellissimi affreschi, la Biblioteca, la Camera del Cardinale, la Sala dei Cavalieri, l’Armeria, la Stube dell’Economo, la Sala del Giudizio, la Camera della Tortura e la Stanza degli Spiriti, dove, secondo le storie locali, si aggirerebbe appunto il fantasma di una giovane sfortunata.

Si racconta, infatti, che il promesso sposo di Margarethe von Taufers fu assassinato il giorno delle loro nozze e che lei, impazzita, si suicidò gettandosi dalla finestra di questa camera, ma non lasciò mai definitivamente questo mondo… Nel castello è stato girato anche il film “La più bella serata della mia vita” di Ettore Scola.

Redazione Conoscere La Storia

Redazione Conoscere La Storia

Conoscere La Storia vuole raccontare la storia agli appassionati, anche ai meno esperti, con semplicità, chiarezza e immediatezza.

Articolo Precedente

Castel Roncolo: il “maniero illustrato”

Articolo successivo

Castel Firmiano: il museo di Messner