Castello di Salemi: voluto da Ruggero il Normanno

Costruito dai Normanni nell’XI secolo su preesistenti fortificazioni bizantine, il Castello di Salemi domina la cittadina, posta al centro della valle del Belice, con la sua forma trapezoidale e le quadrate torri angolari: alte circa 20 metri, sono affiancate da una torre cilindrica che raggiunge un’altezza di circa 30 metri. Le sue origini sono attribuite a Ruggero il Normanno, che lo avrebbe fatto edificare per controllare il crocevia tra gli antichi percorsi che si dipartivano da Trapani a Mazara del Vallo e da Palermo a Marsala.

L’impianto architettonico rivela un’anima araba, ma i successivi interventi voluti da Federico II gli hanno impresso tutti i caratteri dei castelli federiciani in Sicilia: il notevole spessore murario e la forma tendenzialmente regolare e simmetrica.ù

 

Immagine via facebook.com

Redazione Conoscere La Storia

Redazione Conoscere La Storia

Conoscere La Storia vuole raccontare la storia agli appassionati, anche ai meno esperti, con semplicità, chiarezza e immediatezza.

Articolo Precedente

Castello di Canossa: l’umiliazione dell’imperatore

Articolo successivo

3 luglio 1907: con un decreto San Pio X condanna il modernismo