Castello Sforzesco: un’importante fortificazione a Milano

Il Castello Sforzesco è un’importante fortificazione che sorge a Milano nelle immediate vicinanze del centro storico. La sua costruzione fu voluta nel 1450 da Francesco Sforza, appena assunto il ruolo di Duca di Milano, e fu realizzato sulle rovine di una precedente fortificazione medievale, il Castello di Porta Giovia. Questa era una fortezza voluta e costruita, tra il 1360 e il 1370, da Galeazzo II Visconti e danneggiata dalla rivolta che i milanesi, nel 1447, avevano scatenato per proclamare, alla morte di Filippo Maria Visconti, la Repubblica Ambrosiana.

Nel corso dei secoli il Castello e il suo apparato difensivo hanno coinvolto e appassionato diversi progettisti e architetti, tra cui Leonardo da Vinci, chiamato a Milano da Ludovico il Moro nel 1482. Appunti e schizzi documentano l’attenzione del genio toscano nei confronti dell’architettura civile e di quella fortificata.

La “Torre del Filarete”, uno dei simboli della città di Milano,  deve invece il suo nome all’architetto rinascimentale Antonio Averulino detto il Filarete, che l’aveva progettata nel 1452. Tuttavia quella che si vede oggi non è la costruzione originale poiché, neppure cento anni dopo la sua realizzazione, nel giugno del 1521 la torre, che era nel frattempo stata impiegata come un deposito di polvere da sparo, crollò. Quella attuale è il risultato di un’appassionata ricerca dell’architetto Luca Beltrami sui documenti e sulle fonti iconografiche, per ricostruirne l’aspetto rinascimentale. Inaugurata nel 1905, la torre venne dedicata a re Umberto I, ucciso a Monza nel 1900

 

Redazione Conoscere La Storia

Conoscere La Storia vuole raccontare la storia agli appassionati, anche ai meno esperti, con semplicità, chiarezza e immediatezza.

Articolo Precedente

BBC History n.96: il ragazzo Mussolini

Articolo successivo

25 marzo 1634: fondata la colonia del Maryland