Curiosità: il nipote inglese di Hitler. Che si arruolò contro lo zio

Tra i tanti punti oscuri che circondano la vita privata di Adolf Hitler, dalle sue origini alla sua scomparsa, c’è anche quello del rapporto con il nipote inglese (e poi americano): William Patrick Hitler. Un nipote che, alla fine della Seconda Guerra Mondiale, si trovò arruolato tra le truppe alleate contro il regime dello zio.

Il ragazzo era figlio di Alois Jr., primo figlio di Alois Hitler e fratellastro di Adolf. Questi era emigrato in Gran Bretagna prima della Grande Guerra. A Dublino, nel 1909, conobbe l’irlandese Bridget Dowling, che sposò a Londra e da cui ebbe un figlio, William Patrick appunto, nato nel 1911. Secondo alcune dicerie, per un certo periodo il Führer si rifugiò in Inghilterra dal fratello per sfuggire alla coscrizione austriaca, ma non esistono prove.

Alois, che lavorava come cameriere, fece poi ritorno in Germania, abbandonando moglie e figlio. In patria si sposò con Hedwig Heidemann, da cui ebbe un secondo figlio, Heinz, che fu un convinto nazista e morì nel 1942, dopo essere stato fatto prigioniero dai russi. William Patrick, al contrario, non fu mai un fervente sostenitore dello zio, ma cercò di sfruttarne la posizione per ottenere vantaggi personali. Lo contattò infatti con insistenza una volta che ebbe preso il potere chiedendo un posto di lavoro ben retribuito. Hitler gli trovò un lavoro prima alla Reichskreditbank di Berlino e poi alla Opel, ma, dopo aver avanzato infruttuosamente pretese per ottenere incarichi più prestigiosi, nel 1936 William Patrick tornò in Inghilterra. Forse cercò di ricattare lo zio, minacciandolo di rivelare che il padre, Alois Sr., era figlio illegittimo di un facoltoso ebreo.

Comunque, scartato dall’Esercito britannico, William entrò nella Marina americana negli anni Quaranta, arruolandosi nei reparti di sanità. Si narra che, di fronte all’ufficiale che doveva registrarne il nome, quando pronunciò il suo cognome questi, non potendo immaginare chi aveva di fronte, rispose scherzando: “Felice di vederla Hitler. Io mi chiamo Hess“.

Dopo il conflitto cambiò il suo cognome in Stuart- Houston, si sposò ed ebbe quattro figli. Visse a New York fino al giorno della sua morte, avvenuta il 14 luglio 1987.

conoscerelastoria.it

Redazione di Conoscerelastoria.it

Articolo Precedente

Ossario del Pasubio: un luogo molto particolare

Articolo successivo

Gambi: il crudele corsaro italiano che uccideva i rivali… a colpi di ascia