Festival di Sanremo. “4/3/1943”: curiosità di una delle più celebri canzoni di Lucio Dalla

 

Fonte: italiacanora.net

Festival di Sanremo. Il 27 1971 “4/3/1943” si classifica terza. Un brano iconico, presentato alla XXI edizione del Festival da Lucio Dalla che si esibisce con gli Equipe 84.

Struggente, malinconica, bellissima “4/3/1943” è quasi autobiografica: la data-titolo è la stessa di nascita del cantautore bolognese, la storia dietro un po’ diversa:

Dice che era un bell’uomo
E veniva, veniva dal mare
Parlava un’altra lingua però sapeva amare
E quel giorno lui prese mia madre sopra un bel prato
L’ora più dolce prima d’essere ammazzato

Dalla, infatti, nasce a Bologna il 4 marzo del 1943 ma alla sua nascita entrambi i genitori sono vivi: il padre morirà solo alcuni anni dopo. Il richiamo della canzone è alla guerra, i cui segni sono ancora profondi a meno di 30 anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. L’amore di un soldato alleato con una donna italiana, malgrado gli Alleati siano sbarcati in Italia (Sicilia) solo nel luglio del 1943.

Un prigioniero di guerra, dunque? Forse… la canzone non lo specifica, concentrandosi invece sull’amore di una giovanissima madre in un momento cupo e duro quale quello dell’Italia del ’43.

Come accennato, il brano è terzo classificato a Sanremo ed è l’opera che – forse più delle precedenti – ha fatto di Dalla uno dei maggiori e più rappresentativi cantautori italiani dell’ultimo mezzo secolo.

Una canzone unica, insomma, ma sfortunata: dal titolo iniziale di “Gesù Bambino”, la censura pretese un cambiamento in vista della sua esecuzione al Festival. Così “Gesù Bambino” è citato solo nell’ultima strofa. Il brano è ribattezzato, quindi, “4/3/1943”.

___________________

(Ascolta il brano)

 

 

 

(Immagine di sfondo: la locandina della XXI edizione del Festival di Sanremo. Fonte immagine: italiacanora.net)

Redazione Conoscere La Storia

Redazione Conoscere La Storia

Conoscere La Storia vuole raccontare la storia agli appassionati, anche ai meno esperti, con semplicità, chiarezza e immediatezza.

Articolo Precedente

Americano: il drink italianissimo nato a metà ‘800 e amato anche da James Bond

Articolo successivo

Dittatori. Josif Stalin, da seminarista a padre “padrone” dell’Unione Sovietica