Francisco Pizarro: il conquistador a cena con la morte…

Il conquistador Francisco Pizarro morì come aveva vissuto: con la spada in pugno. All’epoca l’uomo che aveva fatto crollare l’impero Inca e aveva conquistato il territorio dell’odierno Perù per gli spagnoli aveva quasi 70 anni. Come governatore della Nuova Castiglia (così era chiamato il Perù in quel periodo) aveva trascorso anni impegnato in un’aspra contesa con un conquistador rivale, Diego de Almagro. Nel 1538 Pizarro lo aveva fatto giustiziare, ma ora il figlio del defunto, anche lui di nome Diego, esigeva vendetta.

Pizarro era a cena nel proprio palazzo, a Lima, quando Almagro fece irruzione con una ventina di uomini armati. La maggior parte degli ospiti dell’anziano padrone di casa fuggì, ma Pizarro restò dove si trovava e si allungò per prendere la spada, che era appesa al muro. Secondo un resoconto, abbatté due avversari e ne trapassò un terzo. Mentre lottava per estrarre la spada dal corpo del ferito gli uomini di Almagro lo pugnalarono alla gola. A terra, Pizarro gridò. “Gesù!”. L’ultima cosa che fece fu disegnare sul pavimento una croce, usando il proprio sangue, e baciarla. Così morì il conquistador più spietato dell’epoca.

Pizarro fu sepolto nella cattedrale di Lima, ma fu solo nel 1977 che alcuni operai che lavoravano nell’edificio trovarono una scatola di piombo con la scritta: “Qui è contenuta la testa di Don Francisco Pizarro Demarkes, Don Francisco Pizarro che scoprì il Perù e lo conquistò per la corona di Castiglia”. Secondo gli esperti di scienza forense, il teschio era stato spaccato da numerosi colpi: forse una fine appropriata, per un uomo che aveva vissuto nella violenza.

 

Immagine via commons.wikimedia.org, autore RAF-YYC from Calgary, Canada – IMG_9362, CC BY-SA 2.0

Mario Sprea

Giornalista professionista, direttore di diverse testate settimanali e mensili, autore di numerosi libri di narrativa, studioso e ricercatore di Storia delle religioni, esperto di divulgazione storica, responsabile di numerose riviste di Storia.

Articolo Precedente

L’Autolaghi? La prima autostrada a pagamento del mondo

Articolo successivo

20 luglio 1985: trovata al largo delle isole Keys la Nuestra Señora de Atocha