Hugues De Payns: chi era il fondatore dei templari?

Secondo la tradizione, e secondo le cronache del tempo, il promotore della fratellanza militare poi divenuta l’Ordine del Tempio, fu un cavaliere originario della Champagne: Hugues de Payns. Nato intorno al 1070, il futuro primo maestro dei templari era stato in Terrasanta al seguito del conte Ugo di Champagne, partecipando quasi sicuramente all’assedio di Gerusalemme.

Nei suoi successivi viaggi aveva avuto modo di constatare la difficile situazione, dal punto di vista della sicurezza, in cui versavano i territori da poco conquistati dai Franchi; per questo motivo nel 1114, dopo avere sistemato gli affari di famiglia in Francia, era ritornato in Oriente, con l’intenzione di stabilirvisi in pianta stabile, per offrire il suo aiuto militare al re di Gerusalemme.

Il suo progetto era stato facilitato dalle buone relazioni personali che Hugues aveva saputo intrattenere, in Europa e in Terrasanta, con potenti nobili del tempo, come i conti Ugo di Champagne e Folco  d’Angiò, futuro re di Gerusalemme, o come David di Scozia, suo compagno d’arme durante la prima crociata. Inoltre la Champagne, sua regione d’origine, oltre a rivestire un ruolo politico quasi pari al vicino regno di Francia era anche un luogo di forte spiritualità grazie alla presenza del monastero cistercense di Clairvaux, di cui San Bernardo era divenuto una delle più influenti personalità del tempo: fra l’altro il monaco futuro santo era nipote, per parte della madre Aletta, di Andrea di Montbard, tra i fondatori dell’Ordine e terzo maestro generale.

Gli effetti di questa fitta rete di conoscenze, dirette e indirette, non tarderanno a manifestarsi: il viaggio che Hugues intraprenderà nel 1129, dopo l’approvazione della Regola al Concilio di Troyes, porterà all’Ordine del Tempio una grande quantità di donazioni, in denaro e proprietà immobiliari, oltre a un forte seguito di nuovi cavalieri pronti ad arruolarsi nella Militia Christi. Dopo aver dedicato la vita alla sua “nuova cavalleria”, Hugues moriva nel 1136, probabilmente il 24 maggio, giorno in cui i templari onoravano il loro primo maestro.

Hugues De Payns: in realtà un italiano?

In tempi recenti, la nazionalità francese di Hugues è stata messa in dubbio da studiosi che vorrebbero il fondatore del Tempio nato in Italia, trasformando il suo nome in Ugo (o Ugone) de’ Pagani; tra i luoghi che si contendono questo privilegio emergono Nocera Inferiore, nel medioevo Nocera de’ Pagani, e la città di Forenza, in Basilicata.

Queste teorie si basano su un documento, la cosiddetta “lettera Amarelli”, che conterrebbe il racconto della nascita dell’Ordine da parte di cavalieri italiani: il nobile Ugo de Paganis, infatti, scrive di aver esposto a Baldovino I di Gerusalemme la “nostra ferma deliberazione di havere a guardare et far sicuri tutti quelli passi per dove li fedeli Christiani veneno a visitare lo Santo Sepolchro”. C’è da specificare, però, che di questo documento non esiste più alcun originale, ma una traduzione quattrocentesca, con autentica notarile del 1617.

Mario Sprea

Mario Sprea

Giornalista professionista, direttore di diverse testate settimanali e mensili, autore di numerosi libri di narrativa, studioso e ricercatore di Storia delle religioni, esperto di divulgazione storica, responsabile di numerose riviste di Storia.

Articolo Precedente

Nazario Sauro, a Trieste il ricordo dei 104 anni del sacrificio del patriota italiano

Articolo successivo

“Combattere”: Gianni Oliva e la storia dei corpi speciali italiani, dalle origini ai giorni nostri