Libri. “La guerra del golfo. Diario di una guerra dimenticata” di Mario Arpino

Nel 1990, su disposizione del Ministro della Difesa pro-tempore, il Generale Mario Arpino (allora Generale di Divisione Aerea) è inviato  nel Golfo come coordinatore nazionale presso la Coalizione che si andava formando per contrastare – se necessario anche con l’uso della forza  (risoluzioni 660 e 678 del Consiglio di Sicurezza) – l’invasione del Kuwait. Il Governo italiano inviava un gruppo navale per partecipare all’embargo Onu e, dopo sofferta decisione, il Parlamento decideva di schierare nel Golfo anche un gruppo di caccia-bombadieri Tornado, con camouflage da deserto ed ampie scorte di bombe da 1000 libbre quale armamento di specialità.

Lo scopo pubblicamente dichiarato (ma non realistico nel contesto) era quello di “difendere la flotta”.

E’ qui che nasce l’equivoco, padre di altri mille equivoci, che a distanza di trent’anni dai fatti d’arme ha spinto l’Autore a rispolverare appunti e memorie, all’epoca compilate quasi quotidianamente e trasmesse a Roma. Gli elementi di interesse possono essere almeno due.

Il primo è rendere pubblico quanto sia complesso organizzare e gestire un organismo combattente aerotattico internazionale, capace di generare una media di 2500 sortite con un ciclo continuo ogni 24 ore. Ciò, nella parte cruciale, in preparazione di un attacco terrestre della durata di 4 giorni, ha richiesto ben 38 giorni di attività ininterrotta, con punte giornaliere fino a 3.500 sortite.

Il secondo è raccontare al pubblico quanto sia difficile, per gli addetti ai lavori, rappresentare degnamente e con credibilità l’Italia, già all’epoca inquinata, ai livelli decisionali, dalla ingannevole prassi del “politicamente corretto”. Sicuramente utile per non far cadere i governi, ma potenzialmente  molto dannosa in termini di rendimento di immagine e di efficacia quando si tratta di operazioni militari.

Il libro, oltre al testo, comprende documenti vari e fotografie per lo più scattate in volo (incendio dei pozzi, ammassamenti dei mezzi distrutti, ecc.) o nel corso dei colloqui con i responsabili iracheni per la “cessazione del fuoco”.

Il percorso del libro contiene, dopo una bella prefazione del prof. Stefano Silvestri (Istituto Affari Internazionali), una introduzione dell’Autore.

 

 

===IL LIBRO===

La guerra del golfo. Diario di una guerra dimenticata

di Mario Arpino          

Ed. Storia Militare, 2021

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Fonte immagine di sfondo: Wikipedia)

Redazione Conoscere La Storia

Conoscere La Storia vuole raccontare la storia agli appassionati, anche ai meno esperti, con semplicità, chiarezza e immediatezza.

Articolo Precedente

Vietnam. La Marina Militare, i boat people e la fuga dal regime di Hanoi

Articolo successivo

Da portaerei “Cavour” la sinergia fra Marina ed Aeronautica