La prima ferrovia a vapore al mondo? Ecco quando fu inaugurata

Se la mattina del 27 settembre 1825 gli investitori della nuova società Stockton and Darlington Railway si svegliarono con un nodo allo stomaco, non potevano certo essere biasimati. Quattro anni dopo che il Parlamento aveva approvato la realizzazione di una linea ferroviaria dalle miniere di carbone della contea di Durham, gli azionisti, per la maggior parte quaccheri, avevano investito nell’impresa un sacco di soldi.

Con un passivo di 60mila sterline, il futuro della società dipendeva dal successo di quella inaugurazione. Poco dopo l’alba, gli operai cominciarono a collegare i primi carri di carbone alla pionieristica locomotiva, a cui avevano affibbiato il poco creativo nome di Locomotion No 1. Era stata costruita dalla Robert Stephenson and Company, un’azienda locale nata nel 1823 per la fabbricazione di treni a vapore. Poiché era la prima volta che una locomotiva veniva usata su una ferrovia pubblica, la curiosità era molta.

La martellante pubblicità da parte dei quotidiani locali ebbe i suoi effetti: centinaia di persone si riunirono intorno ai vagoni a Shildon Lane End per assistere all’inaugurazione. Al momento della partenza, alcuni spettatori calcolarono che l’avveniristico mezzo trasportasse almeno seicento persone, la maggior parte delle quali seduta nei carri, mentre altre stavano in equilibrio precario su grandi mucchi di carbone.

Per gli standard moderni, la velocità – intorno ai venti chilometri orari – era estremamente bassa. Un uomo a cavallo precedeva la locomotiva e sventolava una bandiera per avvertire i passanti. Il treno si fermò almeno due volte per effettuare piccole riparazioni. Ma alla fine, dopo un viaggio di circa due ore, la locomotiva raggiunse Darlington, acclamata da migliaia di persone. Il grande esperimento era stato un successo. Quella sera, elettrizzati dal trionfo, gli investitori organizzarono un banchetto al municipio di Stockton per brindare al “mondo nuovo” della ferrovia. E agli ottimi affari che avrebbero fatto.

Guglielmo Duccoli

Guglielmo Duccoli

Nato a Milano nel 1963, giornalista pubblicista, ha diretto diversi periodici di divulgazione storica. Attualmente è Senior Editor dei bimestrali «Conoscere la Storia», «Medioevo misterioso», «Civiltà romana» e «Far West Gazette» per conto di Sprea Editori.

Articolo Precedente

Assemblea Costituente: l’alba della Prima Repubblica

Articolo successivo

3 giugno 1937: Edoardo VIII sposa Wallis Simpson