L’Autolaghi? La prima autostrada a pagamento del mondo

In Germania erano già state realizzate strade a scorrimento veloce riservate ai veicoli a motore ma quella che oggi è la A8/A9 è da considerarsi a tutti gli effetti la prima autostrada al mondo a pagamento. Fu una rivoluzione nel concetto stesso di mobilità, anche perché l’Autolaghi nacque grazie all’iniziativa privata, su intuizione dell’ingegnere Piero Puricelli che già nel 1921, quando il parco veicolare italiano superava appena le 80mila unità, ebbe l’idea di collegare Milano con le zone turistiche di Como e Varese.

Per realizzare quel primo nastro d’asfalto furono necessari ben tremila espropri, ma furono sufficienti 15 mesi di lavoro. La seconda tratta, da Lainate a Como, venne inaugurata nel giugno del 1925.

Elena Percivaldi

Storica medievista, saggista e giornalista professionista, collabora con le principali riviste di alta divulgazione del settore storico: “Medioevo”, “BBC History” e “Storie di Guerre e Guerrieri”, “Conoscere la Storia”, “Civiltà Romana”. All'attività di relatrice in incontri, conferenze e convegni in tutta Italia affianca la curatela di mostre storico-archeologiche e di eventi storico-rievocativi. Fa parte di vari comitati scientifici e ha scritto una ventina di libri, alcuni dei quali tradotti anche all'estero.

Articolo Precedente

18 luglio 1870: il Concilio Vaticano I definisce il dogma dell’infallibilità papale

Articolo successivo

Francisco Pizarro: il conquistador a cena con la morte…