Montalcino: il borgo del Brunello

Montalcino, di probabile origine etrusca, è stato un vivace e strategicamente importante borgo medievale (luogo natale del celebre vino Brunello), per secoli conteso tra Firenze e Siena. A dominare il centro svetta una possente fortezza, a pianta pentagonale con torri angolari, costruita nel 1361 per celebrare il passaggio di Montalcino sotto il controllo di Siena. In Piazza del Popolo, c’è il Palazzo dei Priori, risalente al XIII-XIV secolo.

Adornato dagli stemmi dei podestà che hanno guidato il comune, possiede un’alta e stretta torre con orologio. Poco distante, si trova la Loggia, meravigliosa struttura in stile gotico, con archi a tutto sesto, realizzata nel XIV-XV secolo. Interessanti sono anche la Chiesa di Sant’Egidio e quella di Sant’Agostino. Per un tuffo nell’arte medievale, si può proseguire la visita con i Musei Riuniti, che ospitano opere di numerosi maestri, tra cui Simone Martini e Ambrogio Lorenzetti, e custodiscono il bellissimo Crocifisso di Sant’Antimo (1190 ca.), proveniente dalla vicina ed omonima abbazia. Questa venne costruita, seguendo influenze transalpine e lombarde, nell’XI-XII secolo.

Con le sue colonne in alabastro, le sue preziose decorazioni, i suoi giochi di luce, le sue linee semplici, sublimi e solenni,
è un capolavoro del romanico.

Redazione Conoscere La Storia

Conoscere La Storia vuole raccontare la storia agli appassionati, anche ai meno esperti, con semplicità, chiarezza e immediatezza.

Articolo Precedente

Eremo di Montesiepi: la spada nella roccia di Chiusdino

Articolo successivo

Teatro greco di Taormina: un monumento incantevole