Montepulciano: il borgo del vino superlativamente scenografico

Montepulciano, noto per il suo vino nobile, situato tra la Val d’Orcia e la Valdichiana, è stato uno dei più importanti e ricchi centri medievali toscani, per lungo tempo alleato di Firenze. Questo borgo superlativamente scenografico ha conservato tutto il suo fascino antico, come vi accorgerete voi stessi passeggiando per le sue pittoresche stradine.

Sono tante le attrazioni da non perdere e molte di esse sono concentrate nei pressi di Piazza Grande. Il Palazzo Comunale (XIV-XV secolo) richiama il Palazzo della Signoria di Firenze: è a tre piani, di cui il primo a bugnato rustico, è sormontato da un camminamento di ronda merlato e dominato da una torre centrale, anch’essa merlata. Il Duomo, con pianta a croce latina divisa in tre navate, è spettacolare, così come il sontuoso Palazzo Contucci e l’elegante Palazzo Tarugi. A pochi passi da quest’ultimo, si trova il pozzo dei Grifi e dei Leoni, realizzato da Antonio da Sangallo il Vecchio. Uno dei monumenti più singolari è la Torre dell’Orologio, situata in Piazza Michelozzo, accanto all’armoniosa Chiesa di Sant’Agostino. A battere le ore, infatti, svetta una maschera di legno ricoperta di lamina di Pulcinella.

Leggenda vuole che il celebre personaggio napoletano sia stato “esportato” in Toscana da un vescovo campano. Le ricostruzioni storiche, però, non confermano questa teoria: rimane quindi non chiaro il perchè di questa originale presenza. Degne di una visita sono anche la Piazza delle Erbe, la casa di Poliziano, dove il celebre poeta nacque nel 1454, e la Fortezza Medicea.

Redazione Conoscere La Storia

Redazione Conoscere La Storia

Conoscere La Storia vuole raccontare la storia agli appassionati, anche ai meno esperti, con semplicità, chiarezza e immediatezza.

Articolo Precedente

Città di Castello: la cattedrale e la torre

Articolo successivo

29 Marzo 1946: Piaggio lancia sul mercato la Vespa, simbolo del boom