Monteriggioni: il borgo che “di torri si corona”

Uno dei borghi medievali fortificati più noti d’Italia è Monteriggioni, che, come poeticamente scrive Dante nella Divina Commedia, “di torri si corona”. Il Castello di Monteriggioni fu eretto tra il 1213 e il 1219 dai Senesi, per volontà del Podestà Guelfo da Porcari, dove prima sorgeva una fattoria longobarda.

La spettacolare cinta muraria circolare, con quattordici torri a pianta rettangolare, venne aggiunta qualche decennio dopo. La posizione del nuovo centro, affacciato sulla via Francigena, era chiaramente difensiva ed esso, giudicato spesso come un luogo “inespugnabile”, fu protagonista di accanite lotte tra Siena e Firenze per lungo tempo. Da vedere, anche la Pieve di Santa Maria Assunta, una piccola chiesa dalle linee semplici ed eleganti, nel cuore del borgo. Costruita nel XIII secolo, in concomitanza del castello, questo esempio di architettura romanico-gotica presenta un’unica navata rettangolare.

Redazione Conoscere La Storia

Redazione Conoscere La Storia

Conoscere La Storia vuole raccontare la storia agli appassionati, anche ai meno esperti, con semplicità, chiarezza e immediatezza.

Articolo Precedente

Rocca Maggiore: da ottocento anni domina Assisi

Articolo successivo

Villa Farnese: il potere papale a Caprarola