Museo della Grande Guerra a Ragogna: una memoria del luogo

Il territorio di Ragogna, San Daniele del Friuli e Forgaria, oggi in provincia di Udine, fu protagonista di primo piano durante la Grande Guerra. Tra il 1916 ed il 1917 fu infatti caposaldo della linea arretrata del Tagliamento; dopo il disastro di Caporetto, nell’autunno 1917, fu invece teatro di una decisiva battaglia di retroguardia tra le prime azioni di riscossa; poi fino al 4 novembre del 1918 ospitò un campo trincerato austro-ungarico. Tali vicende lasciarono ampie tracce nei dintorni: trincee, fortilizi, mulattiere, graffiti.

Questo importante patrimonio è visitabile grazie al grande progetto “I luoghi della Grande Guerra nel Friuli Collinare”: cinque sentieri storici (per un totale di oltre 20 km a piedi, oltre alle strade carrozzabili), che portano direttamente sul teatro di battaglia del Monte di Ragogna, sulle Rive del Tagliamento, presso la Stretta ed i Colli di Pinzano al Tagliamento, sul Colle di San Daniele del Friuli, lungo le vie dell’invasione tra il Ponte di Cornino, l’Isolotto del Clapàt e le alture di Forgaria. Il Museo della Grande Guerra di Ragogna, suddiviso in tre sezioni, permette di approfondire i temi attraverso la poderosa mole di documenti e oggetti raccolti nel corso degli anni grazie alle donazioni.

I cimeli riguardano la Grande Guerra in generale ma soprattutto sul territorio: eccezionale, per esempio, il grande plastico in rilievo, scala 1:500, che ricalca la morfologia del campo di battaglia di Ragogna come si presentava il 31 ottobre 1917, con il Monte quasi privo di vegetazione d’alto fusto, il Tagliamento in piena, il numero e il posizionamento delle abitazioni nei vari paesi.

Preziosissima è anche la raccolta completa di tutta la documentazione (telegrammi, disposizioni e carteggi di entrambi i fronti, fonogrammi) sulla battaglia e sullo sfondamento di Cornino. Completano il percorso una biblioteca specializzata, il bookshop e l’archivio informatico del Museo, dove sono riprodotti e consultabili tutti i documenti delle collezioni.

Redazione Conoscere La Storia

Redazione Conoscere La Storia

Conoscere La Storia vuole raccontare la storia agli appassionati, anche ai meno esperti, con semplicità, chiarezza e immediatezza.

Articolo Precedente

Aeronautica. Il Piaggio P180, icona del volo italiano, raccontato dal suo collaudatore

Articolo successivo

Dittatori. Fidel Castro, l’uomo. Ritratto di un “leader maximo”