Templari e Teutonici: quella lite per un mantello

Nonostante il comune scopo di difendere la Terrasanta, spesso gli ordini monastico-cavallereschi furono in conflitto fra loro, benché senza ricorrere alle armi. Tra il 1255 e il 1270, nella guerra tra Veneziani e Genovesi, per esempio, Templari e Teutonici si schierarono con la Serenissima contro gli Ospitalieri, che aiutavano la Superba. Nel 1199, quando papa Innocenzo III parificò i Teutonici ai Templari, assegnando loro lo stesso mantello, i cavalieri del Tempio, che pretendevano l’esclusività del colore bianco, simbolo di purezza, protestarono presso il pontefice, ottenendo soddisfazione.

Solo nel 1220, con l’intervento del gran maestro Hermann von Salza, i Teutonici poterono indossare la candida divisa, ma con la croce nera anziché quella rossa.

Enzo Valentini

Enzo Valentini

Nato nel 1953, si occupa di storia medievale, con particolare riferimento ai cavalieri templari e alle crociate. Oltre ad essere titolare della casa editrice Edizioni Penne e Papiri, specializzata in storia medievale, ha scritto vari libri sull’argomento e numerosi articoli su riviste di settore, in particolare “Medioevo Misterioso” e “BBC History”. Dal 1988 ricopre la carica di segretario della Libera Associazione Ricercatori Templari Italia (L.A.R.T.I.) e dal 2016 collabora con il Festival del Medioevo di Gubbio.

Articolo Precedente

Francis Drake e Barbarossa: le vite parallele di due pirati divenuti cortigiani

Articolo successivo

Re Riccardo: perché fu chiamato “Cuor di Leone”?