14 agosto 2018: crolla il viadotto Polcevera a Genova. 43 morti

Il 14 agosto del 2018, una giornata di allegria e spensieratezza per le famiglie italiane, pronte a festeggiare, il giorno seguente, il ferragosto, è interrotta da una notizia drammatica, che irrompe nelle case dai telegiornali. Sull’autostrada A10, all’altezza di Genova, è crollato il viadotto Polcevera, costruito negli anni Sessanta su un progetto dell’architetto Riccardo Morandi. Il disastro, avvenuto in una giornata piovosa e di traffico notevole, anche per via delle vacanze, provoca la morte di 43 persone e il ferimento di altre 11.

Il crollo, in corrispondenza soprattutto del pilone di sostegno numero nove, si verifica sopra l’area industriale e residenziale di Sampierdarena, costringendo nei giorni seguenti 566 persone a lasciare, da sfollati, le proprie abitazioni. Il giorno successivo il Consiglio dei ministri dichiarerà infatti lo stato di emergenza.

Dopo quattro giorni si terranno le esequie di Stato per 19 dei 43 deceduti: una folla di 9mila persone si accalcherà per portare l’ultimo e commosso saluto alle vittime innocenti di una tragedia evitabile.

 

Immagine di Martina Vesuvio, CC BY 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=71661750

 

 

Cristiano Puglisi

Classe 1984. Laureato in Storia e Lettere moderne, Master in Editoria ed Executive master in Relazioni pubbliche. Esperto in comunicazione e relazioni istituzionali, collabora con Conoscerelastoria.it.

Articolo Precedente

13 agosto 1521: gli spagnoli conquistano Tenochtitlán

Articolo successivo

15 agosto 1519: fondata la città di Panama