23 aprile 1616: la morte di tre celebri scrittori

La storia è poco nota, ma indubbiamente curiosa. Il 23 aprile del 1616 si spensero, in luoghi diversi, tre dei più grandi autori dei secoli XVI e XVII: William Shakespeare, Miguel De Cervantes e il peruviano Garcilaso De La Vega. Per questo motivo, peraltro, questa data è stata scelta dall’UNESCO quale Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore”. Tuttavia bisogna dire che le morti non avvennero contemporaneamente: la Spagna seguiva infatti il calendario gregoriano mentre l’Inghilterra seguiva ancora quello giuliano.

Il grande autore inglese morì  nel giorno del suo 52esimo compleanno. Secondo il racconto di un vicario di Stratford morì a causa della febbre contratta in una nottata a base di alcool con altri due autori, ma è elevata la possibilità che si tratti di una delle tante leggende sulla vita di Shakespeare. Cervantes, di 17 anni più anziano di Shakespeare, si spense invece sicuramente di vecchiaia a Madrid.

La figura di De La Vega è molto interessante: figlio del conquistador spagnolo Sebastián Garcilaso De La Vega y Vargas e della principessa inca Isabel Suárez Chimpu Ocllo, era un mezzosangue spagnolo e nativo americano, discendente del sovrano inca Huayna Cápac.

Conosceva il linguaggio nativo quechua e, alla morte del padre, fu cresciuto in Spagna dove intraprese prima la carriera militare e, successivamente, prese gli ordini sacri. La sua opera più celebre sono i Commentari reali degli Inca del 1609. Si spense all’età di 77 anni.

 

Immagine via commons.wikimedia.org, autore David Jones

conoscerelastoria.it

Redazione di Conoscerelastoria.it

Articolo Precedente

22 aprile 1500: Pedro Cabral scopre il Brasile

Articolo successivo

25 aprile 1926: la Turandot debutta alla Scala. Senza un finale…