24 maggio 1683: inaugurato a Londra l’Ashmolean Museum

L’Ashmolean Museum nacque, il 24 maggio del 1683, per rendere visitabile al pubblico la ricca collezione di oggetti reperiti da Elias Ashmole e da John Tradescant il Vecchio, i quali, durante le rispettive vite, avevano accumulato un notevole patrimonio fatto di monete antiche, libri, minerali e animali imbalsamati. Tra questi, fino al 1755, vi era anche un Dodo, un rarissimo uccello oggi estinto, che purtroppo però fu divorato dalle tarme. A spendersi per l’apertura del museo fu, ovviamene insieme allo stesso Ashmole, il naturalista Robert Plot, che ne divenne il primo direttore.

L’Ashmolean Museum si trovava inizialmente in un palazzo a Broad Street a Londra, probabilmente costruito da sir Christopher Wren, noto per essere stato il progettista della nuova Londra, dopo il terribile incendio che aveva devastato la capitale nel 1666.

 

Cristiano Puglisi

Classe 1984. Laureato in Storia e Lettere moderne, Master in Editoria ed Executive master in Relazioni pubbliche. Esperto in comunicazione e relazioni istituzionali, collabora con Conoscerelastoria.it.

Articolo Precedente

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: le stragi nell’anno che segnò l’Italia

Articolo successivo

L’Italia dei Savoia: la famiglia che costruì la nostra nazione