Basilica di San Francesco di Paola: il cuore neoclassico di Napoli

Nel cuore di Napoli, in piazza del Pleibiscito, sorge, in stile neoclassico, la Basilica di San Francesco Di Paola. Dopo essere stato scacciato dalla città partenopea dalle forze napoleoniche, Ferdinando di Borbone riuscì a rientrare nel suo regno nel 1815. Come ex voto per aver riconquistato la città partenopea, ordinò l’edificazione di una chiesa in onore di San Francesco di Paola, santo eremita che sarebbe divenuto il patrono del Regno delle Due Sicilie.

Il sovrano, molto credente e devoto, indisse un concorso per la realizzazione del luogo di culto, antistante al Palazzo Reale. Il vincitore fu l’architetto di origini svizzere Pietro Bianchi di Lugano, membro dell’illustre Accademia romana di San Luca. I lavori iniziarono nel 1817. La meravigliosa Basilica di San Francesco di Paola è uno dei più pregevoli esempi di architettura neoclassica in Italia: ispirata dalle sinuose forme del Pantheon e della Basilica di San Pietro, presenta una pianta circolare, sormontata da tre cupole, ed è introdotta da un pronao con frontone triangolare, colonne e pilastri ionici.

Il suo portico a emiciclo è sorretto da colonne doriche e sembra quasi abbracciare, sontuosamente, la famosa piazza Plebiscito, all’epoca chiamata Largo di Palazzo. Stupenda la cupola interna, sorretta, con nobile raffinatezza, da colonne e pilatri di ordine corinzio.

Redazione Conoscere La Storia

Redazione Conoscere La Storia

Conoscere La Storia vuole raccontare la storia agli appassionati, anche ai meno esperti, con semplicità, chiarezza e immediatezza.

Articolo Precedente

La prima “portaerei” della storia? Sette anni dopo il primo volo

Articolo successivo

Perché la Costa Azzurra si chiama così? Un po’ di storia